Analisi di materiali e degli oggetti a contatto con l’acqua

 


robinetterie

Materiali e oggetti a contatto con l’acqua

L’esperienza acquisita da LSEHL nel corso degli anni nel settore dell’analisi dell’acqua, ha consentito al Gruppo CARSO di ampliare, nel 2002, il proprio know-how nel settore dei materiali e degli oggetti di impianti fissi per la produzione, il trattamento e la distribuzione dell’acqua destinata al consumo umano.

La legislazione francese in vigore (decreto del 29 maggio 1997) prevede infatti la valutazione di tali prodotti in laboratorio, al fine di verificare che non siano suscettibili di alterare le caratteristiche organolettiche, fisico-chimiche e microbiologiche dell’acqua.

I prodotti interessati sono :

  • mcde i materiali di stoccaggio e di trasporto dell’acqua: rivestimenti di condotti o serbatoi, canalizzazioni (in polietilene, in polipropilene, in polivinilcloruro, ecc.), raccordi, giunti.
  • elementi costitutivi della rete: pompe, valvole, flussometri, contatori, rubinetteria sanitaria e industriale, sezionatori, valvole di non ritorno, ecc.
  • supporti di trattamento dell’acqua, quali resine a scambio ionico e moduli di filtraggio (ultrafiltraggio, nanofiltrazione, osmosi inversa, ecc.);
  • sistemi o dispositivi di trattamento individuale dell’acqua potabile (caraffe, rubinetti, ecc.)

È opportuno ricordare che qualsiasi operatore che agisce a livello produttivo, di trattamento o di distribuzione dell’acqua, deve garantire che tutti gli elementi che utilizza siano accompagnati da una prova di conformità sanitaria:

  • Certificazione di conformità sanitaria «ACS» per i materiali e gli accessori, rilasciata da un laboratorio qualificato
  • Autorizzazione all’utilizzo o approvazione per i supporti al trattamento, rilasciata dal Ministero della Sanità

Dal 31 gennaio 2003, LSEHL è autorizzato dal Ministero a valutare l’assieme di questi tipi di prodotti e a rilasciare degli ACS.